BIBLIOMANZIA 2. UN PO’ DI STORIA

La bibliomanzia fu praticata dagli indovini nei templi italici, come Preneste e Cere e fu adottata, secondo gli storici, anche dall’imperatore Adriano, da Alessandro Severo e da Claudio II (notamente non degli idioti). Poiché oltre ai libri (che erano meno comuni di oggi) venivano utilizzate delle pedine su cui erano scritti dei versi, pedine che…

BIBLIOMANZIA

Una facoltà dell’anima oggi quasi sconosciuta, ma utile e accessibile, consiste nella capacità di individuare una risposta a una domanda (inerente alla sfera spirituale) aprendo un libro reputato sacro o profetico. Questa pratica, annoverata fra i metodi divinatori, era in auge presso i greci e poi presso i romani. I primi utilizzavano soprattutto i testi…

PSICOVISIONE O TELEVEGGENZA

Tra le facoltà dell’anima, o sensi interni, sin dai tempi antichi è annoverata la visione a distanza di luoghi geografici lontani (e sconosciuti) al soggetto. Prerogativa (nota) di santi, guru e sciamani, è stata studiata (e utilizzata) sin dal 1970 sia dai servizi segreti americani che da quelli dell’ex Unione Sovietica; il fenomeno è stato…

MEDIANITÀ 3

È particolare che le persone apprezzino la medianità in chi ne è dotato, ma la temano per sé. Eppure l’attivarsi di una linea diretta con “altro da sé” fa parte da sempre della storia umana, tanto da essere stata preservata in molti rituali: era l’ars notoria di re Salomone e la prerogativa dei nabi sumeri…

ANTENNA PSICHICA

È la componente del MetT tramite cui qualsiasi uomo può interagire con l’Oltre; unisce punto di individuazione a ghiandola pineale e permette la medianità. Ricordate? La medianità dipende dalle condizioni del 7° chakra, dall’antenna psichica e dalla qualità della ghiandola pineale, o epifisi. Pensate all’esempio più comune, quello per cui certe persone “sentono dentro” di…

MEDIANITÀ 2

Possono diventare medium tutti? Sì e no, dipende dalla crescita personale e dal livello di docilità raggiunto. Volendo utilizzare un paragone musicale potreste pensare a quella parte del violino che si chiama âme (neanche a farlo apposta anima) e che invia allo strumento ogni risonanza: è un pezzo di legno, ma non tutti i violini…

MEDIANITÀ

È la capacità di un individuo (definito medium, o mezzo, o canale) di ricevere vibrazioni/pensiero dall’Oltre e di trasformarle in senso compiuto e corrispondente all’invio. È  resa possibile da diverse componenti di cui quella organica è costituita dalla ghiandola pineale, o epifisi, che si trova nel cervello, al di sotto del corpo calloso. Sul piano…

SENSI INTERNI IN PARALLELO ALL’EVOLUZIONE

I sensi interni o tecnologia interiore divengono utilizzabili  alzando le proprie vibrazioni, cioè migliorando ogni giorno, passo dopo passo, malgrado quel percorso ad ostacoli che è la vita quotidiana. Per riuscire a percepirli sono necessari cuore e docilità, coerenza e pazienza. Tanta pazienza. Per avvalersene invece  bisogna aver raggiunto equilibrio e unitarietà. L’elettrone cambia orbita…

REAZIONI INCONGRUE AI SENSI INTERIORI

Perché le facoltà animiche provocano effetti contrastanti, fra stupore e paura, ammirazione e ridicolo? Perché contrastano il modo usuale di conoscere, essere, sentire e pensare. Perchè appartengono ad un piano di realtà che è stato dimenticato,  o sfruttato da consorterie di potere, o veicolato da narcisi ambulanti (certi figli dei figli dei fiori) e pertanto…

DA POTENZA AD ATTO

Da potenziali i sensi interni diventano attivi (quasi mai tutti insieme) appena l’individuo riesca ad alzare (e mantenere) la propria vibrazione, il che può verificarsi grazie alla preghiera, alla meditazione, all’impegno nel migliorare, alla sollecitudine verso le esigenze altrui e con l’ausilio dei tanti metodi insegnati (anche su internet). Metodi che – quando fini a…

FACOLTA’ DELL’ANIMA 2

Ai cinque sensi della manifestazione fisica si affiancano dunque numerosi sensi interni, che contraddistinguono le dimensioni sottili e che rientrano tra le capacità dell’anima. Secoli prima di Cristo l’indiano Patanjali le aveva chiamate siddhi e ne aveva elencate più di 100. (I rinpoche tibetani, che a livello di gerarchia equivalgono ai cardinali cristiani, per diventare…

FACOLTÀ DELL’ANIMA 1

Ho accennato in alcuni degli ultimi aneddoti a fenomeni come le regressioni, la medianità, la percezione dei trapassati. Esse fanno parte delle facoltà dell’anima, o sensi interni, o tecnologia interiore nella dizione aggiornata, e si esprimono ad una frequenza superiore a quella che adottiamo nel quotidiano; per questo sono vissute come misteriose o inquietanti, mentre…